Matrimonio a tema Siciliano

Il matrimonio a tema siciliano può prevedere molti spunti: ne parliamo con Runway Communication, qual è la vostra idea?

Quando si parla di matrimonio a tema SICILIANO si apre un mondo (perché?) se consideriamo tutte le dominazioni che si sono succedute nel corso dei secoli sull’isola, possiamo ben comprendere cosa significhi tema siciliano.

Arabi, greci, romani, normanni, spagnoli, (per citarne alcuni) tutte popolazioni con culture diverse che, approdando in Sicilia, hanno lasciato un ricordo indelebile dal punto di vista architettonico, culturale e culinario.

Sulla costa orientale dell’Isola la presenza dominante degli agrumeti che si intersecano con il barocco dei monumenti e dei casali ed il colore scuro della pietra vulcanica fa si che il matrimonio a tema siciliano creato in questa zona preveda già una serie di caratteristiche fondamentali.

Sulla costa orientale la predominanza di resti delle dominazioni arabe ci riporta ad una tipologia di matrimonio totalmente diversa. Per passare poi nell’entro terra dei Casali e delle Masserie secolari, che pian piano stanno tornando in attività, che rendono la Sicilia un territorio UNICO nel suo genere, che può offrire ai Wedding Planner tantissimi spunti.

Per noi il matrimonio siciliano è un Melting Pot di tutto questo!

Si può organizzare solo in estate o esiste anche una versione” invernale”?

Inverno? In sicilia abbiamo la fortuna di avere un clima favorevole quasi 300 giorni l’anno. Questo ci permette di creare matrimoni in qualsiasi periodo dell’anno senza troppi problemi. E’ vero che da Novembre a Febbraio le temperature si abbassano ma la possibilità di programmare l’aperitivo o il taglio della torta all’aperto non la precludiamo mai. In ogni caso, quando le giornate piovose coincidono con la data del matrimonio c’è la possibilità, se previsto, (un Wedding Planner dovrebbe prevederlo) di spostare tutto all’interno. Palazzi storici in centro città con sale per ricevimento degne di ospitare la famiglia reale, sono le location privilegiate per ospitare i matrimoni invernali. Si può optare per gli antichi monasteri all’interno dei quali sono stati ricavati resort di lusso, sotto i colonnati del chiostro si allestiscono le lunghissime tavolate fino a 150/200 posti, caratteristiche del matrimonio siciliano.

Bisogna sapere che se optiamo di organizzare il matrimonio in un periodo freddo potremmo incorrere nel rischio di non trovare la zagara, fiore caratteristico degli agrumi, fondamentale nelle composizioni floreali del matrimonio siciliano.

Quali gli elementi imprescindibili per rinfresco e decorazioni?

Partiamo dagli allestimenti e decorazioni:

come dicevamo prima non possiamo prescindere dal scegliere il fiore simbolo dell’isola LA ZAGARA, con il suo profumo inconfondibile, per poi passare ai fiori di mandorlo e pesco (questi ultimi molto rari e poco utilizzati) per arrivare alle rose, bianche, gialle, arancioni o rosa tipiche del matrimonio. Abbiamo la possibilità di usufruire di essenze spontanee (come i fiori di campo) che rendono l’atmosfera molto più naturale e serena rispetto alle composizioni con foglie e fiori lucidissimi che danno si un impatto ottico differente ma creano un ambiente un po’ più freddo.

Per il rinfresco:

una soluzione originale che non tutti adottano ma che noi proponiamo spesso agli sposi, soprattutto esteri, è l’affiancare ai classici flute di champagne o prosecco ed agli analcolici classici i sicilianissimi SCIROPPI. E’ usanza in sicilia bere questi concentrati dolci, allungati con acqua frizzante (seltz), sono reperibili in moltissimi gusti tra cui il più famoso è il mandarino che ci riporta alle note agrumate delle composizioni floreali.

Non può mancare la frittura di paranza fresca avvolta nel “coppo” un cono di carta paglia, anticamente utilizzata dai pescivendoli per incartare il pesce.

Articolo Sposa Moderna

Torna in alto